Vaz

ANGELA DI SAN GIUSEPPE LLORET MARTÍ
e 16 compagne

RELIGIOSE
DELLA CONGREGAZIONE DELLA DOTTRINA CRISTIANA DI MISLATA

MARTIRI SPAGNOLE
1936

Beatificazione: 1° ottobre 1995
Festa: giorno del martirio

Dalla proclamazione della II Repubblica in Spagna, il 14 aprile 1931, la Chiesa cattolica fu oggetto di un duplice attacco: da un lato la violenza fisica dei miliziani, d'altro lato la persecuzione da parte del potere legislativo e ammini­strativo con una legislazione che ostacolava l'esercizio del culto e delle attività religiose. Il 9 dicembre 1931 venne approvata la Costituzione "laica", che delineava il quadro della persecuzione a livello legislativo e amministrativo;16 gennaio 1932 una circolare governativa impose di togliere dalle scuole qual­siasi simbolo religioso; il 2 febbraio fu introdotto il divorzio; il 6 vennero secolarizzati i cimiteri e 1'11 marzo fu soppresso l'insegnamento della religione. Il 17 maggio 1933 fu approvata la Ley de Confesiones y Congregaciones religiosas, che limitava l'esercizio del culto cattolico, sottoponendolo al controllo delle autorità civili. Sul piano politico, dopo il risultato, favorevole ai partiti di destra, delle elezioni del 19 novembre 1933, nell'ottobre del 1934 si ebbe una prima esplo­sione di terrore rivoluzionario: Il bilancio fu di 33 sacerdoti e religiosi trucidati.

Le elezioni del 16 febbraio 1936 diedero la vittoria al Fronte Popolare, formato da repubblicani, socialisti, comunisti, sindacalisti e dal Partito Operaio di Unificazione Marxista. Nei suoi cinque mesi di governo furono incendiate e saccheggiate centinaia di chiese; molte furono chiuse e perquisite illegalmente.

In coincidenza con 1'alzamiento militare del 18 luglio 1936 contro il governo repubblicano la persecuzione religiosa pervenne al punto più alto: i sacerdoti e i religiosi assassinati ammontarono a 6.832, dei quali 4.184 del clero secolare e fra essi dodici vescovi e un amministratore apostolico; 2.365 religiosi e 283 religio­se. Impossibile censire i laici cattolici uccisi a motivo della loro fedeltà a Cristo, tanto sono numerosi.

Proprio il giorno successivo, al sollevamento nazionale (alzamiento), Madre Angela di San Giuseppe Lloret Martí, superiora generale della Congregazione della Dottrina Cristiana, fondata da Micaela Grau nel 1880, con tredici suore e una novizia, smessi gli abiti religiosi, si trasferirono dal noviziato di Mislata alla periferia di Valenza, in una casa privata. Ivi condussero, per quattro mesi, una vita ritirata di preghiera e, per quanto possibile, anche di apostolato. La sera del 19 novembre 1936 furono catturate dai miliziani rossi e condotte nel maneggio di Paterna, a circa 6 chilometri da Valenza, dove alle una di notte del 20 furono fucilate, mentre pronunciavano parole di perdono per i loro carnefici. Festa: 20 novembre

Le altre due religiose, suor Amparo e suor Calvario, si trovavano a Carlet quando il 19 settembre 1936 furono arrestate dai miliziani e rinchiuse per una settimana in celle separate. La notte tra il 26 e il 27 furono portate in un luogo imprecisato e uccise. Festa: 26 settembre

I nomi delle Suore martiri sono:

Madre ANGELES DE SAN JOSÉ (Franziska D. H. Lloret Martí). Nata a Vil­lajoyosa, diocesi di Orihuela-Alicante, il 16 gennaio 1875. Il 20 aprile 1903 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana e nel 1905 emise i voti temporali. Fu poi segretaria generale, Superiora locale e infine, dal 16 febbraio 1936, Superiora generale.

Madre MARIA DEL SUFFRAGIO (Antonia Maria del Sufragio Orts Baldó). Nata ad Altea, diocesi di Orihuela-Alicante, il 9 febbraio 1888. Il 5 aprile 1922 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana e il 30 aprile 1924 emise i voti temporali. Fu poi Superiora locale, Vicaria generale e Maestra delle novizie.

Madre MARIA DE MONSERRAT (Maria Dolores Llimona Planas). Nata a Molins de Rey, Barcellona, il 2 novembre 1860. Il 15 ottobre 1884 emise i voti temporali e quelli perpetui invece nel 1892. Fu Segretaria generale e Superiora Generale per trentatre anni.

Madre MARIA TERESA DE SAN JOSÉ (Ascensiòn Duart y Roig). Nata a Benifayó de Espioca, diocesi e provincia di Valenza, il 21 maggio 1876. Il 29 aprile 1899 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana e nel 1905 emise i voti temporali. Possedeva doti eccezionali per l’arte pittorica, era Superiora locale e Maestra delle Novizie.

Madre ISABEL (Isabel Ferrer Sabriá). Nata a Villanueva y Geltrú, diocesi e provincia di Barcellona, il 15 novembre 1852. Si unì a Micaela Grau per la fondazione dell'Istituto delle Suore della Dottrina Cristiana nel 1880, ove ricopri le principali cariche della Congregazione.

Madre AMPARO (Teresa Rosat Balasch). Nata a Mislata, diocesi e provincia di Valenza, il 15 ottobre 1873. Il 15 ottobre 1896 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana, il 10 settembre 1898 emise i voti temporali e quelli perpetui nel 1906. Era Superiora del Collegio di Carlet (Valenza).

Suor MARIA DE LA ASUNCIÓN (Josefa Mongoche Horns). Nata ad Ullde­cona, provincia di Tarragona, il 12 luglio 1859. Il 10 agosto 1885 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana ed il 10 agosto 1887 emise i voti temporali. Era stata Superiora locale in diverse case.

Suor MARIA CONCEPCIÓN (Emilia Martí Lacal). Nata a Carlet, Valenza, il 9 novembre 1861. Entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana e il 17 gennaio 1888 emise i voti temporali. La maggior parte della sua vita la trascorse a Sollana, paese vicino Valenza, dove insegnava taglio e cucito alle giovani.

Suor MARIA GRACIA (Paula de San Antonio). Nata a Valenza il 10 giugno 1869. Il 14 luglio 1900 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana, nel 1902 emise i voti temporali e quelli perpetui nel 1906. Era una maestra molto conosciuta e amata dalla popolazione.

Suor CORAZÓN DE JESÚS (Maria Purificación Gómez Vives). Nata a Va­lenza il 6 febbraio 1881. Il 10 febbraio 1906 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana. Era direttrice del collegio di Molins del Rey.

Suor MARIA DEL SOCORSO (Teresa Jiménez Baldoví). Nata a San Martín de Provensals, Barcelona, il 13 marzo 1885. Il 19 ottobre 1907 entrò nella Con­gregazione delle Suore della Dottrina Cristiana e nel 1909 emise i voti temporali. Lavorò nella Casa Madre.

Suor MARIA DOLORES (Gertrudis Suris Brusola). Nata a Barcelona il 17 gennaio 1899. Nel 1918 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana e nel 1921 emise i voti temporali. Insegnava nel collegio di Ondara, Alicante.

Suor IGNACIA DEL SANTISSIMO SACRAMENTO (Josefa Pascual Pallardó). Nata a Valenza nel 1862. Il 27 gennaio 1889 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana, il 9 giugno 1891 emise i voti temporali ed ebbe subito l'incarico di cuoca nel Collegio di Sollana.

Suor MARIA DEL CALVARIO (Josefa Romero Clariana). Nata a Carlet, dio­cesi e provincia di Valenza, 1'11 aprile 1871. Il 17 ottobre 1892 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana e il 17 gennaio 1895 emise i voti temporali. Era stata cuoca in diverse case della Congregazione.

Suor MARIA DEL ROSARIO (Catalina Calpe Ibáñez). Nata a Sueca, diocesi e provincia di Valenza, il 25 novembre 1855. Il 10 giugno 1893 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana e il 10 luglio 1895 emise i voti temporali. Disimpegnò per tutta la sua vita l'ufficio di cuoca.

Suor MARIA DE LA PAZ (Maria Isabel López García). Nata a Tunis, diocesi e provincia di Valenza, il 12 agosto 1885. Entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana e nel 1913 emise i voti temporali. Era persona di fiducia della casa.

Suor MARCELA DI SANTO TOMÁS (Aurea Navarro). Nata nella provincia di Albacete. I1 27 marzo 1935 entrò nella Congregazione delle Suore della Dottrina Cristiana quando aveva circa 45 anni. Era novizia.

I resti mortali delle martiri riposano nelle Chiesa della Casa Madre de las Hermanas de la Doctrina Cristiana, Plaza, Constitución 9, Mislata, Spagna.

Il 1° ottobre 1995, Angela di San Giuseppe Lloret MartÍ e le 16 compagne sono state proclamate Beate da Papa Giovanni Paolo II.

Deutsche Flagge

 

   © Prof. Dr. Dr. P. Andreas Resch                          
vol 3